Gli eventi

Scopri cosa fare al Ginesio Fest!

MASTERCLASS

01.

Auditorium Sant’Agostino. 21 Agosto ore 10.00

Che cosa è un festival? Politiche culturali e rigenerazione dei territori

A cura di Michele Mele e Benedetta Cappon.

02.

Auditorium Sant’Agostino. 22 Agosto ore 10.00

Il Teatro di Carrozzeria Orfeo

Da molti definito Pop, il teatro di Carrozzeria Orfeo nasce dalle drammaturgie originali di Gabriele Di Luca, da sempre ispirate all’osservazione del nostro tempo.
Una poetica ossessivamente aderente alla realtà, che entra a gamba tesa nella vita quotidiana delle persone laddove si annidano paure, ossessioni e punti deboli, per intercettare l’intimità più fragile degli spettatori. Nevrosi, infelicità immutabili, rabbia, ma anche tanta tenerezza e voglia d’amore.
La sua scrittura da vita ad un teatro divertente e irriverente, crudo e fortemente poetico, semplice ma non banale, popolare ma non commerciale, stratificato e accessibile a più livelli, che ha il grande scopo di generare umanità grazie alla sua fisiologica capacità di creare una comunione sociale, accorciare le distanze tra gli individui di una comunità. La mancanza d’amore dei protagonisti, che porta spesso i loro dialoghi all’eccesso e a un’isteria quasi scomposta, evidenzia gli aspetti tragicomici di esistenze imprigionate nell’incessante ricerca di stabilità e affetto.
In un’arena tragica, esasperata, i personaggi vivono tormenti emotivi che amplificano il loro aspetto umano, raccontando una realtà spinta all’assurdo ma in totale attinenza al nostro quotidiano. Dai testi più esistenzialisti e dispotici sino ad arrivare a quelli più politici, la scrittura di Gabriele Di Luca, portando sulla scena tematiche contemporanee spesso anticipatorie della realtà stessa I sui testi– che cinematograficamente parlando possono considerarsi dei Dramedy ovvero storie costruite su un impianto tragico ma affrontate in modo comico – raccontano storie di perdenti, degli esclusi dalla società, mescolando generi, fondendo l’ironia con la tragicità, il divertimento al dramma, in una continua escursione fra la realtà e l’assurdo, fra il sublime e il banale, su quel fragile confine dove, all’improvviso, tutto può inevitabilmente risolversi o precipitare.
Una scrittura che può essere letta a più livelli e proprio per questo fruita trasversalmente da diversi pubblici, dai più giovani a quello degli “abbonati”, nell’intento di portare sempre nuovo pubblico a teatro, mostrare che si può parlare di temi contemporanei, emozionando e divertendo senza rinunciare alla poesia, dimostrando che l’impegno civile e sociale può essere felicemente coniugato ad una visione emozionante, profonda e molto divertente della realtà.

03.

Auditorium Sant’Agostino. 22 Agosto ore 10.00

Viaggio nella drammaturgia contemporanea

Masterclass a cura di Gabriele Di LucaFausto MalcovatiLinda DalisiLetizia Russo.

04.

Auditorium Sant’Agostino. 23 Agosto ore 10.00

Del pieno del vuoto

Tentativi e tentazioni per un decalogo della scrittura che diventa scenica.

Teorie e pratiche, riflessi e riflessioni, nella progressiva necessaria reinterpretazione dei fondamentali ascolto e relazione.

05.

Auditorium Sant’Agostino. 24 Agosto ore 10.00

Diverse interpretazioni, uguali diritti

Masterclass a cura dell’associazione UNITA.

06.

Auditorium Sant’Agostino. 25 Agosto ore 10.00

La cultura rigenera San Ginesio

La cultura può rappresentare il motore di una rigenerazione e di un diverso sviluppo delle nostre città. Può unire la comunità , elevare il capitale sociale, dotare di nuova energia le economie locali.
Il tema oggi può essere analizzato a partire dagli effetti prodotti da ricche e approfondite esperienze locali, cresciute sulla scia di   importanti esempi internazionali, che dal 2017 sono stati monitorati  in primo luogo dal Ministero della Cultura , che ha dedicato ad esse un convegno itinerante fondativo
L’obiettivo della  II^ Masterclass  consiste in primo luogo nella presentazione di alcune esperienze di rilievo che hanno contraddistinto il territorio e le città Marchigiane , specie quelle colpite dal sisma  e dimostrare poi come lo sviluppo a base culturale possa rappresentare una prospettiva di evoluzione  per tutte le città senza particolari distinzioni di ruolo e dimensione.
Ancora, insieme a tecnici e amministratori, il seminario si propone di elaborare specifiche politiche che permettano a principi e linee guida di trasformarsi in azioni dotate di operatività e incisività. La sfida è rappresentata dalla possibilità di mettere a punto un insieme di strumenti grazie a cui intervenire a partire dallo sforzo congiunto dell’operatore pubblico e degli attori privati.
Infine, il seminario si propone di delineare metriche e strumenti per valutare l’impatto delle azioni per una rigenerazione su base culturale che supera  il riferimento alla sola  dimensione economico-finanziaria e apre  l’orizzonte a nuove metodologie in particolare sul fronte delle politiche pubbliche.

INCONTRO CON L'EDITORIA

01.

Chiostro Sant’ Agostino. 21 Agosto ore 16.00

``La scenografia di Francesco Calcagnini. Un viaggio nella mente del regista``

Formatosi alla Scuola di Scenografia dell’Accademia di Belle Arti di Urbino, Francesco Calcagnini ha ormai percorso una lunga carriera che lo ha reso famoso in Italia e all’estero. Come scrive l’autrice Andreina Bruno, «lo scenografo si trova, nella costruzione dello spettacolo teatrale, indissolubilmente legato alla creazione, al progetto registico. È colui che realizza ciò che il regista vede, che ancora non esiste ma che una volta realizzato sarà qualcosa che allude, assomiglia, ma non sarà mai perfettamente ciò che il regista ha visto». Ora, in questo “viaggio nella mente del regista” Calcagnini ha incontrato maestri come Gabbris Ferrari e Luca Ronconi e anche grazie al loro apporto è diventato uno dei più importanti e stimati scenografi contemporanei.

02.

Chiostro Sant’ Agostino. 21 Agosto ore 16.00

“Lucio Dalla”

21 agosto spettacolo

03.

Chiostro Sant’ Agostino. 23 Agosto ore 16.00

“Io sono un’attrice. I teatri di Roberto Latini”

Presentazione del libro di Katia Ippaso, pubblicato dalla casa editrice Editoria & Spettacolo. Dialogherà con l’autrice Roberto Latini, attore, autore e regista.

04.

Chiostro Sant’ Agostino. 24 Agosto ore 15.30

L'arte dell'esperienza

L’arte dell’esperienza è una riflessione sulla funzione pubblica del mio lavoro: la rappresentazione dell’esperienza umana. Prendetelo come un libretto delle istruzioni dei meccanismi intimamente filosofici che legano interprete personaggio e spettatore. L’arte della rappresentazione dell’esperienza umana non è servizio pubblico solo per questa sua funzione strutturale, quella che accade in teatro o davanti ad uno schermo audiovisivo, non è di interesse collettivo solo come specchio emotivo e identitario di una società, che già sarebbe sufficiente. Io propongo il training dell’attore e dell’attrice come potentissimo strumento didattico e pedagogico per tutti gli esseri umani, perchè recitare aiuta ad acquisire competenze emotive. Gli attori sono gli operai delle emozioni, i nostri strumenti, i nostri mattoni, la nostra calce, la nostra cazzuola sono i sentimenti umani e l’emancipazione, l’alfabetizzazione emotiva, imparare a  conoscere, riconoscere e gestire le nostre emozioni e quelle altrui, è il primo passo  per risolvere gravi urgenze sociali come bullismo, cyber bullismo, discriminazioni e violenza di genere, razzismo. Con questo libro propongo il training dell’attore come materia scolastica curricolare, al pari di grammatica, storia e geografia. Perchè imparare a recitare vuol dire principalmente imparare a “mettersi nei panni degli altri”.

PERFORMANCE

01.

Chiostro Sant’ Agostino. 22 Agosto ore 21.00

Le Canaglie in ``Dog Days``

22 agosto spettacolo

02.

Chiostro Sant’ Agostino. 23 Agosto ore 21.00

Cantico dei cantici

23 agosto spettacolo

03.

Chiostro Sant’ Agostino. 24 Agosto ore 21.00

Storie in carne ed ossa

24 agosto spettacolo

04.

Piazza Alberico Gentili. 25 Agosto ore 21.00

Performance di danza aerea a cura della Compagnia ResExtensa

25 agosto spettacolo