I vincitori del Premio San Ginesio ''All'Arte dell'Attore'' 2022

Petra Valentini

Petra Valentini

Instagram

Petra Valentini, attrice anconetana, si diploma presso la Civica Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi nel 2014 e prosegue la sua formazione presso il Centro teatrale Santa Cristina dove entra in contatto, tra gli altri, con Massimo Popolizio e Alessio Maria Romano.

Dopo essersi diplomata, comincia la sua collaborare con il Piccolo Teatro di Milano, dove prende parte alle produzioni Divine Parole con la regia di Damiano Michieletto e Questa sera si recita a soggetto con la regia di Federico Tiezzi.

A partire dal 2016 è protagonista, per quattro stagioni, dello spettacolo Elvira a fianco di Toni Servillo, che ne è anche regista. Lo spettacolo è andato in scena nei maggiori teatri italiani ed europei (Parigi, Madrid, Lione, San Pietroburgo). Per la sua interpretazione in questo spettacolo, è stata candidata al premio Virginia Reiter e come migliore attrice emergente per le Maschere del teatro italiano.

Negli anni è stata diretta, inoltre, da Marco Plini, Maurizio Schmidt, Francesco Saponaro, Marco Baliani.

Nel 2019 è impegnata in una tournée italiana con lo spettacolo Il giardino dei ciliegi con la regia di Alessandro Serra. Sempre nel 2019, recita in Una vera tragedia, scritto e diretto da Riccardo Favaro, e vincitore della 17° edizione del Premio Scenario.

Nel 2020 fa parte del cast de La tragedia è finita, Platonov di Liv Ferracchiati, che debutta in prima assoluta alla Biennale di Venezia e vince la menzione speciale della giuria internazionale.

Paolo Pierobon

Paolo Pierobon

Paolo Pierobon è un attore di teatro, cinema e televisione, conosciuto dal grande pubblico per il ruolo di Filippo De Silva in Squadra antimafia – Palermo oggi.

Nel 1992 si diploma alla Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi di Milano e inizia un’intenza attività teatrale che, nel 2003, gli vale il premio dell’Associazione Nazionale dei Critici di Teatro come miglior attore emergente per gli spettacoli Finale di partita di Samuel Beckett (regia di Lorenzo Loris) e Morte accidentale di un anarchico di Dario Fo (regia di Ferdinando Bruni ed Elio De Capitani).

Nel 2008 interpreta il ruolo di Levin dall’Anna Karenina di Tolstoj, nella messinscena del regista lituano Eimuntas Nekrošius, per il quale vince il Premio Ubu come miglior attore non protagonista. Nel 2009 è, invece, in Blasted, dall’opera prima di Sarah Kane, con la regia di Elio De Capitani; nel 2009 viene diretto da Luca Ronconi al Festival di Spoleto in un’inedita versione de Il gabbiano di Anton Čechov. Dal 2011 al 2015 è protagonista di numerosi spettacoli firmati dal regista.

La sua carriera nel cinema inizia nel 1998 e conta numerose partecipazioni in numerosi film firmati, tra gli altri, da Federico Rizzo, Marco Bellocchio, Marina Spada e Paolo Virzì.

Nel 2016 recita in Quo vado? e nel 2017 è protagonista del film L’ordine delle cose, presentato alla 74ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia nella sezione “Eventi speciali”. Nel 2021 è nel cast di Qui rido io di Mario Martone nel ruolo di Gabriele D’Annunzio.

Dopo alcune partecipazioni a serie televisive, a partire dal 2010 è tra i protagonisti della fiction “Squadra antimafia” nel ruolo dell’efferato agente dei servizi segreti Filippo De Silva. Nel 2017 torna con il personaggio di De Silva in Rosy Abate – La serie e in 1993 e 1994 di Sky Atlantic interpreta il ruolo di Silvio Berlusconi.